Ti va di collaborare?

Se sei arrivato fino a qui, forse puoi fare un passo ulteriore. Come ormai hai appreso, LLHT costituisce un vero e proprio think-net che, tramite la revisione critica del ruolo del consumismo e la testimonianza attiva dei suoi autori, cerca con la massima autorevolezza possibile di mettere una visione lucida e autorevole del futuro a disposizione del dibattito su Bioeconomia e Decrescita, da intendersi non come prassi regressive e rinunciatarie, ma al contrario come adesione ad uno stile di vita ispirato a valori autentici e, per questo, salvifici. Sono però dell’idea che, per ancora troppi di noi, questi termini siano solo evocativi di prospettive fosche e alienanti. Per questo, intendo mettere le mie conoscenze ed esperienze a disposizione di una interpretazione qualificata e nobilitante di una prospettiva esistenziale, che sia più attenta a quello che siamo e meno schiava di come questa società vorrebbe che fossimo.

Low Living High Thinking si propone quindi al pubblico come l’ulteriore espressione di quella intelligenza collettiva che sta dando vita a un progetto nuovo e, per questo, alla continua ricerca di voci autorevoli, a cui dare visibilità. Quindi…

  • …se hai meno di novantanove anni,
  • …se sai mettere insieme “soggetto-predicato-verbo” (cioè sai scrivere decorosamente),
  • …se condividi la filosofia del progetto,
  • …se il concetto di equità ti suggestiona almeno quanto quello di libertà,
  • …se detesti il dogma dell’accumulo incondizionato e a qualunque costo;
  • …se ritieni che, per la tua felicità, sia più utile il benessere collettivo che non l’affermazione individuale,
  • …se rifiuti l’idolatria del denaro (non il denaro in sé),
  • …se privilegi un lavoro utile ad uno redditizio,
  • …se preferisci vivere low e pensare high, piuttosto che correre a perdifiato e senza una meta per tutta la vita,

bè, allora potresti davvero prendere in considerazione l’ipotesi di scrivere ogni tanto qualcosa su LLHT! Se l’idea ti stuzzica, butta prima un occhio alla policy e mettiti subito in contatto con me: potresti diventare redattore di LLHT e dare così maggiore enfasi alla nostra comune visione del mondo.

Andrea