Progettare la vita

Insomma, c’è la fortuna e c’è la sfortuna.

Chi arriva dove vuole, ha avuto senz’altro un aiuto. Invece chi ce la fa con le proprie forze, è comunque avvantaggiato.

Il coraggio e la perseveranza sono confusi con la follia. Ma le cose non sono mai state cambiate da chi non si è assunto la responsabilità di farlo.

Nella responsabilità c’è il coraggio. La perseveranza è pazienza a cui diamo credito.

Le persone possono cambiare le cose in questo mondo. Cambiarle in meglio intendo. Cambiarle perché lo vogliono davvero. Quando dico “cose” intendo “vite”, non gusti od opinioni.

Ma bisogna farlo capire alle persone, perché non lo sanno.

Le cose vengono cambiate dall’unione armoniosa di visione e azione. La visione è stupenda. È costituita dai Vorrei, Farei, Andrei. Ma per poter funzionare, deve sposarsi con l’azione.

L’azione è fatta di rischio. E il rischio è fatto di incertezza.

Chiunque abbia fatto rivoluzioni sapeva che stava vivendo nel rischio e nell’incertezza. Ma visualizzava il risultato sperato. Non l’esatto contrario e nemmeno una vittoria a metà.

Quindi quello che c’è diventa quello che c’era. Non rimane sempre la stessa cosa.

La storia dice questo da sempre, senza cambiare opinione. Infatti tutto si trasforma. Anche io che scrivo e tu che leggi.

Chi non lo accetta viene trasformato (anche contro voglia) dal contesto.

La maggior parte della gente non è consapevole di questo, ma non vuole neanche esserlo. Perché raggiungere quella soglia vorrebbe dire darsi una risposta, su di sé. Cioè panico e oblio interiore.

Ci sono esseri umani imprigionati nel limbo della paura e del conformismo. La paura non la si vuole confessare, per orgoglio o mancanza di affetto. Il conformismo non viene nemmeno riconosciuto. E’ una dolce anestesia.

Questi esseri umani non vanno mai avanti per primi. Ma puntano il dito contro chi lo fa. Fanno interminabili collezioni di Vorrei, Farei, Andrei. I tre verbi del “non realizzato”.

I desideri, non venendo soddisfatti, si trasformano in rimorsi. Rimorsi per quello che le persone avrebbero voluto fare, o che avrebbero voluto essere.

Un agglomerato di bugie raccontate ogni giorno, più volte al giorno, ne impedisce la nascita. Un masochismo inconscio, dettato da convinzioni insulse, la fa da padrone.

E il corso della vita viene così tracciato.

———

Senza progettazione,

il senso non trova ragione.

La ragione non si dà pace.

Il mistero rimane intatto.

Eye.jpg

Esprimi un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...